E pensare che molti credono esista solo la Coca-Cola…

Viaggio nel mondo della Coca-Cola, la bevanda più famosa del mondo.

«Tutte le Coca-Cola sono uguali e tutte le Coca-Cola sono buone. Lo sa Liz Taylor, lo sa il Presidente, lo sa il barbone e lo sai tu». Così affermava Andy Warhol in un’intervista commentando una delle sue tante opere – se ne contano circa 15 – dedicate alla celebre bevanda. E probabilmente ne aveva ben donde: all’epoca era disponibile sui mercati di tutto il mondo solo la Coca-Cola nella versione più classica, quella contenuta nell’iconica bottiglietta Contour in vetro color Georgia green.

Sul finire del secolo scorso The Coca-Coca Company, per contrastare la concorrenza in primis di Pepsi ma anche dei concorrenti nel mercato delle bevande gassate presenti a livello locale, ha iniziato a commercializzare numerose varianti della Coca-Cola. La prima di una lunga serie fu nel 1983 la Diet Coke concepita – all’epoca – principalmente per il pubblico femminile.

Ecco allora una lista comprendente tutte (o quasi) le tipologie di Coca-Cola. Delle 51 differenti versioni presenti nella tabella sottostante alcune non sono più prodotte, mentre altre sono disponibili solo in alcuni Paesi. In gran parte vengono o venivano distribuite in lattina di alluminio o nella classica bottiglietta in versione PET.

La lista delle tipologie di Coca-Cola

CLASSIC
CLASSIC CAFFEINE FREE senza caffeina
LIFE dolcificata con stevia
LIGHT senza zucchero e senza calorie
LIGHT SANGO senza zucchero e senza calorie al sapore di arance rosse
ZERO con dolcificanti alternativi (aspartame e acesulfame K)  al posto dello zucchero
VANILLA con aggiunta di aroma naturale di vaniglia
DIET COKE VANILLA  (successivamente denominata COCA-COLA VANILLA ZERO)

senza zucchero e senza calorie  con aggiunta di aroma naturale di vaniglia

DIET COKE WITH CITRUS ZEST senza zucchero e senza calorie  con aggiunta di aroma di limone e limetta
 DIET COKE WITH LIME FLAVOR senza zucchero e senza calorie con aggiunta di aroma di limetta
 DIET COKE TWISTED STRAWBERRY senza zucchero e senza calorie con aggiunta di aroma alla fragola
 DIET COKE STRAWBERRY GUAVA senza zucchero e senza calorie con aggiunta di  una particolare varietà di guava
CHERRY con aggiunta di aroma di ciliegia
DIET COKE CHERRY senza zucchero e senza calorie con aggiunta di aroma di ciliegia
CHERRY ZERO con dolcificanti alternativi (Aspartame e Acesulfame K)  al posto dello zucchero e aggiunta di aroma di ciiegia
CHERRY VANILLA con aggiunta di aroma alla ciliegia e aroma naturale di vaniglia
BLACK CHERRY VANILLA con aggiunta di aroma all’amarena e aroma naturale di vaniglia
DIET COKE senza zucchero e senza calorie
DIET COKE PLUS (o COCA-COLA LIGHT PLUS) senza zucchero e calorie prodotta in due versioni:

·         con vitamine  B3, B12 e C

·         con antiossidanti e tè verde

DIET COKE SWEETENED WITH SPLENDA® con aggiunta del dolcificante SPLENDA® al posto dell’aspartame
PLUS FIBER+ con aggiunta di destrina
GREEN la caffeina contenuta è ricavata da semi di caffè verde tostati. Non contiene conservanti, aspartame o altri dolcificati
ENERGY bevanda energetica con aggiunta di guaranà  e alto contenuto di caffeina
C2 molto simile alla Diet Coke
NEW COKE o COKE II versione rivisitata nel gusto della Coca-Cola Classic
RASPBERRY con aggiunta di aroma di lampone
DIET COKE RASPEBERRY senza zucchero e senza calorie con aggiunta di aroma di lampone
ORANGE con aggiunta di succo d’arancia 
ORANGE VANILLA con aggiunta di succo d’arancia e aroma naturale di vaniglia
WITH LIME con aggiunta di succo di limetta
 DIET COKE LIME senza zucchero e senza calorie e aggiunta di succo di limetta
 LIGHT LEMON senza zucchero e senza calorie all’aroma di limone
CITRA con aggiunta di aroma di agrumi (limone e limetta)
CLEAR bevanda trasparente a marchio Coca-Cola per il mercato giapponese.  Rispetto alla Coca-Cola tradizionale mantiene solo il nome e la forma della classica bottiglietta (peraltro in plastica).  Ha sapore completamente diverso.
CLEAR LIME come la versione precedente, ma aromatizzata alla limetta.
GREEN TEA con aggiunta di tè verde
GRAPE  con aggiunta di aroma di uva
MEXICAN (o MEXICOKE) prodotta in Messico, corrisponde alla versione Classic.  Viene utilizzato lo zucchero di canna come dolcificante
GEORGIA PEACH con aggiunta di aroma naturale di pesca della Georgia (USA)  e dolcificata con zucchero di canna
BRITISH COLOMBIA RASPBERRY con aggiunta di aroma naturale di lampone della British Colombia (Canada) e dolcificata con zucchero di canna
DIET COKE senza zucchero e senza calorie, sono disponibili nella nuova lattina slim grigio-argento.  Si differenziano per il colore secondario della stessa  che ne identifica il gusto:

NO SUGAR NO CALORIES (rosso) – GINGER LIME (verde) – TWISTED MANGO (giallo) – BLUEBERRY AÇAÍ* (blu)

ZESTY BLOOD ORANGE (arancione) – FEISTY CHERRY (viola) –    

ORANGE SORBET COKE al gusto di sorbetto all’arancia
CINNAMON con aggiunta di aroma di cannella
GINGER con aggiunta di aroma di zenzero
BLĀK ha un contenuto maggiore di caffeina

In Italia, nella GDO, sono attualmente disponibili sette tipologie di Coca-Cola. Di queste solo le prime due sono presenti in bar e ristoranti:

ORIGINAL TASTE
ZERO ZUCCHERI
LIGHT TASTE
GUSTO LIMONE ZERO ZUCCHERI
SENZA CAFFEINA
CON CAFFÈ
ENERGY

Nel 2009 fu commercializzata in Italia una serie limitata denominata Coca-Coca Light Tribute to Fashion. Si trattava di otto bottigliette Contour da 250 ml “vestite” da altrettante famose case di moda: ALBERTA FERRETTI, BLUEMARINE, ETRO, FENDI, MARNI, MISSONI, MOSCHINO, VERSACE a cui nel 2010 si aggiunsero le versioni di SALVATORE FERRAGAMO, GIORGIO ARMANI E GIANFRANCO FERRÈ.  Qualche anno dopo fecero seguito altre sei Coca-Cola Light “modaiole” disegnate rispettivamente da Karl Lagerfeld nel 2011 e da Jean Paul Gautier nel 2012. Le bottigliette, questa volta, furono prodotte in alluminio.

Nell’attuale composizione, quantomeno riferita alla versione commercializzata in Italia, gli ingredienti sono elencati in ordine di peso, tuttavia Coca-Cola Company, come la maggior parte delle aziende alimentari, non ha mai reso pubbliche le proporzioni esatte degli ingredienti, tantomeno la ricetta.

ACQUA
ZUCCHERO
ANIDRIDE CARBONICA
COLORANTE E150d
ACIDO FOSFORICO
AROMI NATURALI  inclusa la caffeina in quantità variabile a seconda delle versioni

Nel 1992 furono resi pubblici gli appunti del suo inventore, il farmacista polacco naturalizzato statunitense John Stith Pemberton (1831-1888) nei quali veniva finalmente rivelata la composizione della miscela di aromi naturali, il misterioso AROMA 7X. A seguito di questa scoperta, gli esperti ed appassionati di Coca-Cola furono in grado di risalire alla formula (quasi certamente) originale:

ESTRATTO FLUIDO DI COCA
ACIDO CITRICO
CITRATO DI CAFFEINA
ZUCCHERO
ACQUA
SUCCO DI LIMETTA
VANIGLIA
CARAMELLO
AROMA 7X  (noto anche come MERCHANDISE #7) un composto di ALCOL ed essenze di ARANCIA, LIMONE,  NOCE MOSCATA, CORIANDOLO, NEROLI e CANNELLA della varietà CASSIA

L’alcol venne in seguito sostituito con un estratto di noci di cola, una pianta tropicale reputata non dannosa per la salute. Dall’uso combinato dei due ingredienti principali – la coca e la cola – la bibita acquisì il nome attuale. Quando nel 1904 la coca venne bandita (dalla pianta si estrae infatti la cocaina), venne scartato l’alcaloide dagli estratti dalle foglie di coca, mentre la cola continuò a essere utilizzata.

Malgrado le presunte scoperte e le ammissioni più o meno esplicite da parte dell’azienda circa la formulazione, The Coca-Cola Company protegge da sempre la segretezza dei componenti contenuti (quelli non presenti sul lattine e bottiglie, per intenderci). Gli ingredienti utilizzati sono inviati agli stabilimenti di produzione in forma anonima, semplicemente identificandoli con una numerazione da 1 a 9 indicando ai responsabili di ogni polo produttivo solo le proporzioni da rispettare. Di sicuro la ricetta è cambiata più volte nel tempo, per allinearsi alle legislazioni nazionali dei vari paesi in cui viene prodotta e/o commercializzata. La formula viene quindi modificata in base al progresso di società e cultura, ma talvolta anche per ridurre i costi di produzione.

A dispetto del mantenimento del nome, non ci sono comunque prove che l’attuale versione del preparato per la produzione della Coca-Cola contenga estratto di noce di cola, originariamente incluso per il suo contenuto di caffeina. Si pensa, comunque, che il gusto principale provenga dalla vaniglia e dalla cannella con tracce di oli essenziali e spezie come la noce moscata.

La Coca-Cola qualitativamente migliore? Paradossalmente non è quella americana. A detta degli appassionati (e del sottoscritto che l’ha provata) è senza dubbio la Mexicoke, la versione Classic prodotta in Messico in bottiglia di vetro dove nella preparazione è utilizzato lo zucchero di canna al posto del fruttosio utilizzato principalmente negli Stati Uniti.

*) È il mirtillo Açaí (si pronuncia “Asai”), una particolare bacca simile al mirtillo prodotta dall’omonima pianta, la palma Açaí. Cresce principalmente nelle foreste settentrionali del Brasile. 

Leave a Reply