Drink Kong: drink istintivi e atmosfere suggestive

By 20/03/2020Articoli

Giovedì 5 marzo 2020, panico da Coronavirus in tutt’Italia, decidiamo di affogare qualsiasi rischio nei cocktail del Drink Kong (numero 82 nella World’s 50 Best Bars 2019) a Roma, zona Monti. La prima volta che ho provato ad andarci era una sabato sera di fine inverno e il locale era carico di gente, talmente tanta che rinunciai. Questa volta la situazione si ribalta completamente: il locale sembra semivuoto e, causa nuove normative temporanee (ora purtroppo definitive), si può consumare solo seduti ai tavoli che sono molto pochi o al bancone. Sfortuna nella sfortuna per ora non ce ne sono disponibili, quindi siamo costretti ad attendere.

Il film del Drink Kong

Qualche minuto e siamo dentro. Ci accomodiamo su delle sedute intorno una colonna nel bel mezzo della sala principale: nonostante la poca gente c’è una certa fluidità e vien voglia di curiosare per il locale. Appena entrato mi è sembrato di essere in un bar del futuro, un bar  di Coruscant, pianeta dell’universo Star Wars (perdonami lettore sono un po’ nerd spero che anche tu lo sia). Qualche gorilla che mi osserva con fare minaccioso mi ricorda subito un altro cult, chissà quale…

La musica del Drink Kong

Passata la suggestione cinematografica arriva quella musicale: per tutta la serata si alternano grandi artisti rock del passato. Dai Police, ai The Doors fino ai R.E.M. Star Wars+ rock = libido. Da sottolineare la musica a un volume adeguato che non ha mai disturbato.  L’atmosfera è coinvolgente. Ci si sente a proprio agio con grande facilità complice una clientela festosa, a differenza di quella malfamata di Coruscant, specialmente chi beve al bancone scambiando brindisi e battute anche con i barman.

I drink istintivi

Ok film, ok musica, ma ora si beve. Ci sono 5 categorie di cocktail di cui ti parlo qui nella recensione. Io opto per il Rasna (12 euro) che rientra nella tipologia NewMami, ossia cocktail per palati avventurosi (non lo dico io lo dicono loro). Confesso però che le premesse hanno subito rapito il mio istinto.

Ingredienti del Rasna servito in un bicchiere da Old Fashioned:

Builleit Bourbon, brand di whisky del Kentucky
Shitake infusi
Kong Cordial, il cordial è una preparazione della casa a base di un succo o estratto e zucchero
Honey
Citric

Una bevuta complessa e articolata: inizialmente si percepisce nettamente il dolciastro del whisky che si siede sul palato. Il tutto poi viene accompagnato da sensazione balsamiche e note di sottobosco che donano freschezza e carattere al drink. Un equilibrio pazzesco.

Chi mi accompagna sceglie il Bonifacio (12 euro) dalla sezione Herbs&Herbs, ossia cocktail a base di gin, bitter o whisky dove prevalgono le erbe e le sensazioni balsmaiche.

Ingredienti del Bonifacio servito in un bicchiere stile Highball

VII Hills Gin
Amaro Lucano Anniversario
Campari
Peach liquor
Lime
Grapefruit soda

Un drink fresco, grintoso, tutto sulle note agrumate accompagnate da quelle di erbe amaricanti. Ogni sorso fa venire immediatamente voglia di berne un altro in un loop purtroppo utopico.

Leave a Reply