Ecco perché hai fatto bene a mangiare l’anguria questa estate

Anguria

È fresca, è dolce, è buona. È l’emblema dell’estate. Cos’altro potrebbe essere se non l’anguria?

È uno dei frutti più amati dalle persone, che ogni volta che arriva la calda stagione non vedono l’ora di concedersene una fetta sotto l’ombrellone o a casa dopo un bel pasto.

Si tratta però di un alimento in grado portare benefici non solo a livello di freschezza e generale piacere alimentare, ma anche dal punto di vista nutrizionale.

Le proprietà dell’anguria

Innanzitutto, com’è facilmente intuibile, è ricca di acqua, per più del 90% della sua sostanza. Se ne deduce che si tratta di un alimento estremamente utile per mantenere ben idratato il nostro corpo, specialmente in estate, dove il consumo di liquidi e la sudorazione generale risultano maggiori.

Inoltre, come tutte le tipologie di frutta che hanno una percentuale di acqua piuttosto elevata, il potere calorico che ne deriva è molto basso. Si parla di circa 16 kcal per 100 g di anguria, variabili di poco in base alla quantità di zucchero presente.

Inoltre, il suo elevato contenuto di sali minerali, nel caso di spossatezza e generale debolezza dovute soprattutto a temperature elevate e sudorazioni importanti, consente all’organismo di ripristinare velocemente le forze. Si tratta naturalmente di un alimento che può semplicemente aiutare a compensare mancanze di micro-nutrienti quali i sali minerali, nel solito ideale di una dieta varia e controllata.

L’importanza dei carotenoidi

C’è anche un’altra componente nutrizionale che l’anguria possiede in quantità importante, i carotenoidi. Di cosa si tratta?

I carotenoidi sono piccoli pigmenti che si trovano negli organismi vegetali in quasi tutte le loro componenti, tra cui il frutto.

Una delle loro funzioni più rilevanti è quella di precursori della vitamina A, essenziale per il sistema immunitario e per la salute e la crescita delle ossa.

La presenza di vitamine

Ed oltre a contenere i precursori della vitamina A, l’anguria possiede anche piccole percentuali della stessa, in aggiunta a rilevanti quantità di vitamina C, determinando un’importante componente antiossidante. Sono infatti sempre più preziose le molecole antiossidanti naturali che si trovano nel cibo. Sono utili a prevenire numerose malattie a proteggere l’organismo da infezioni varie.

Ultima ma non per importanza è la sensazione di sazietà che quantità più o meno significative di anguria possono comportare. Specialmente se consumata a fine pasto infatti lo stomaco risulterà pieno più a lungo, complice la grande quantità di acqua presente.

Se ne deduce che individui a dieta o comunque soggetti ad attacchi di fame, possono trarne facilmente vantaggio, evitando di andare ad assimilare kcal superflue da cibi molto meno nutrienti.

In conclusione, si può sostenere che l’anguria ha caratteristiche nutrizionali molto positive. È perciò molto consigliato il consumo durante tutto l’arco dell’estate.

Teniamolo a mente!

Leave a Reply