Benessere dell’apparato digerente ai tempi del covid-19

‍Premessa

AIGO – Associazione italiana gastroenterologi & endoscoposti digestivi ospedalieri – pone al centro dell’attenzione l’importanza della prevenzione per la salute dell’apparato gastrointestinale, soprattutto ai tempi del Covid-19. Alla base della prevenzione vi è sempre una corretta informazione.

L’impatto che ha lo stile di vita sull’ apparato gastrointestinale è alto. La cattiva alimentazione, stress, fumo, sedentarietà, sono tutti fattori che remano contro il benessere dello stesso.

Inoltre, è fondamentale sapere leggere i campanelli di allarme, intervenendo tempestivamente con esami diagnostici per scongiurare eventuali patologie.

L’associazione AIGO sottolinea l’importanza di nutrirsi in sicurezza. Per questo motivo fornisce alcune dritte riguardo il food delivery, diventata oggigiorno una pratica abituale. I punti essenziali che abbiamo analizzato sono: Il cibo da asporto può essere contaminato da Sars-Cov2? Come bisogna trattare cibi crudi e freschi per non alterarli?

Purtroppo, a causa della pandemia e del boom di contagi, vi è un rallentamento dell’attività ambulatoriale ed endoscopica. Non solo, una conversione dei reparti di gastroenterologia in reparti covid ed una limitazione delle attività di screening oncologici. Tutto questo ostacola l’attività assistenziale della gastroenterologia italiana. La conseguenza principale è l’allungamento dei tempi, indubbiamente incompatibile con l’obiettivo di diagnosi precoce.

L’importanza della prevenzione

La cattiva alimentazione e la sedentarietà sono parte integrante di uno stile di vita errato e, di conseguenza, di eventuali patologie gastrointestinali. A questo proposito, AIGO afferma: 《La composizione della dieta influenza notevolmente i processi digestivi, in quanto alcune sostanze, come i grassi, richiedono procedimenti di digestione complessi. Una dieta ricca di grassi può rallentare la digestione e causare la sensazione di gonfiore dell’addome. L’attività fisica facilita le funzioni intestinali, riducendo il tempo di transito nel tubo digerente con conseguenti risvolti positivi sulla stitichezza》.

Anche il fumo e lo stress possono influenzare il corretto svolgimento delle funzioni intestinali. 《Nel tratto digestivo superiore, sia il fumo che lo stress incrementano la secrezione di acido nello stomaco. Inoltre, lo stress riduce la secrezione di muco gastrico così da aumentare il rischio di formazione di ulcere. Sul tratto digestivo inferiore, la nicotina del fumo e alcuni ormoni prodotti in corso di stress possono incrementare motilità dell’intestino determinando diarrea》sottolinea AIGO.

AIGO: 《Non sottovalutiamo i campanelli di allarme》.

Un occhio attento aiuta a non tralasciare eventuali campanelli di allarme. Bisogna distinguere tratto digestivo superiore (esofago, stomaco, duodeno, fegato e pancreas) e tratto digestivo inferiore (intestino tenue e colon). La presenza di sintomi di allarme guiderà alla scelta di indagini strumentali (endoscopia, ecografia o TAC) da eseguire sempre su consiglio medico.

AIGO, Food Delivery e Covid-19: nutrirsi in sicurezza

In generale, le regole fondamentali per la sicurezza e l’ igiene alimentare sono sempre le stesse, al di là del Covid-19. La possibilità di contagio è eliminata lavandosi accuratamente le mani e cucinando gli alimenti.

Il cibo da asporto può essere contaminato da Sars-Cov2?

《Pur consapevoli che il “rischio zero” in medicina non esiste, va detto che non si registrano segnalazioni di contagio attraverso il cibo, nonostante la verosimile origine animale del SARS-CoV-2. È noto peraltro che negli ambienti refrigerati il Sars Cov2 si può diffondere facilmente. Sono stati segnalati cibi surgelati positivi al coronavirus (frutti di mare e ali di pollo). Questo può spiegare alcuni focolai che si sono registrati negli impianti di macellazione e di confezionamento della carne》 risponde AIGO.

Come trattare cibi crudi e freschi per non alterarli?

《È’ necessario accertarsi che la catena del freddo venga rispettata. In particolare se si sceglie di consumare pesce crudo dobbiamo avere garanzie del corretto abbattimento, anche per evitare il rischio di contaminazioni diverse, quali ad esempio l’anisakis. Per quanto riguarda frutta e verdura il consiglio è sempre quello di lavare accuratamente ciò che mangiamo. Questa pratica igienica è indispensabile anche in epoca di non pandemia》risponde AIGO.

Le difficoltà del sistema sanitario nel 2020/2021

Per necessità molte strutture hanno dovuto riorganizzarsi rapidamente o essere ridotte per accogliere l’afflusso di pazienti positivi al Covid-19. Questo a causa dell’interruzione e del rinvio di molte attività, ad esempio quelle relative all’assistenza alle malattie dell’apparato digerente e alle procedure diagnostiche di routine.

Che tipo di problematica ha portato questo rallentamento del sistema sanitario?

《Il rallentamento comporta un effetto negativo sulle diagnosi delle neoplasie dello stomaco, pancreas e colon-retto. I dati sul cancro colo-rettale riflettono anche le conseguenze dell’interruzione dei programmi di screening in tutta Italia. I dati pubblicati dall’Osservatorio Nazionale Italiano di Screening (ONS) e comprendenti le informazioni dal 1 ° gennaio al 30 settembre 2020, stimano un ritardo di screening di 4,7 mesi standard in tutto il paese con punte di 7,1 e 8,4 mesi (Lombardia e Calabria, rispettivamente). È importante sottolineare che l’ONS ha stimato che sono stati persi alla diagnosi in tutto il paese 1.168 cancri del colon e 6.700 adenomi avanzati (che sono immediati precursori dei tumori)》 afferma AIGO. Queste mancate diagnosi potrebbero avere un forte impatto sullo stadio della malattia e sulla mortalità.

Leave a Reply