La Sciamadda dei Vinaccieri ballerini. Un’esplosione di Mediterraneo nel carrugio di Sestri Levante.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Nell’ultimo weekend di ottobre, quando il sole splendeva ancora sul Tigullio, abbiamo pranzato alla Sciamadda dei vinaccieri ballerini. Il nome è lungo e affascinante tanto quanto la loro storia.

Bisogna fare un passo indietro e spiegare alcune parole tipiche che i non liguri potrebbero non conoscere: la sciamadda è l’antica friggitoria di strada con prodotti tipici liguri mentre i vinaccieri sono i mestieranti del mare che commerciavano il vino.

Contaminazione di storie e cucine

La Sciamadda dei Vinaccieri ballerini è un ristorante che si può definire un vero mix di cucina ligure, tunisina (il nome deriva dall’isola di Tabarca) e sarda. I ragazzi della Sciamadda hanno deciso di portare nel cuore di Sestri Levante, una ventata di storia ligure e di cucina mediterranea. Questo mix deriva dalla storia dei Tabarchini, una comunità di genovesi di Pegli che si trasferì nelle coste tunisine prima e sulle coste sarde poi, fondando Carloforte sull’isola di San Pietro. Come per tutte le storie di migrazione e contaminazione, la lingua e la cucina si sono fuse creando una vera e propria magia. Uno dei piatti simbolo sono le lasagne alla tabarchina con pomodoro, pesto, palamita e tonno.

Il menu della Sciamadda

Il menù è ricchissimo di descrizioni con rimandi alla storia e agli ingredienti. Non è essenziale e dall’antipasto al dolce si trovano varietà di pesce, di carne e vegetariane. Sappiate che il sacchetto con pane e focaccia fatti in casa finirà subito, sono incredibili.

Ci accomodiamo nel dehor, davvero esteso lungo il carrugio e ordiniamo subito un antipasto misto della sciamadda, un ricco piatto con assaggi caldi e freddi (polpo e patate sono strepitosi). Vogliamo ovviamente proseguire con i primi. Abbiamo voglia di carboidrati e quindi proviamo i ravioli di pesce al sugo di gallinella e gli spaghetti ai frutti di mare, decisamente sapidi e super conditi. Le porzioni sono abbondanti, i piatti profumano di mare, di erbe e di pesce fresco. Siamo convinti di aver assaggiato le migliori acciughe fritte di tutta la Liguria, si l’abbiamo detto! Acciughe grandi, tozze, lunghe, leggere e piene di polpa.


Nonostante la cucina non sia delicata, i ragazzi della Sciamadda riescono a rendere leggera anche una frittura di pesce.A questo punto passiamo direttamente al digestivo della casa al miele, poco alcolico e molto dolce.

Finalmente un locale ricco di storia e senza una proposta turistica con finti piatti della tradizione. All’interno del locale trovate anche un bancone attiguo allo shop dove acquistare salse, sughi, olio e prodotti liguri.

La Sciamadda dei Vinaccieri Ballerini – Via XXV Aprile, 179, 16039 Sestri Levante GE

Leggi anche: Trippa, la trattoria per i palati audaci

Lascia un commento