Festa della Mamma: i consigli per vivere al meglio questa giornata speciale insieme ai propri figli

Festa della mamma: non è facile come può sembrare portare tutta la famiglia al ristorante, ma alcuni consigli potrebbero fare la differenza.

La Festa della Mamma è un’occasione speciale per riunirsi con la famiglia e celebrare un momento felice insieme, concedendosi una giornata spensierata con un bel pranzo o una cena. Tuttavia trascorrere del tempo in modo rilassato al ristorante può essere una sfida, soprattutto se i bambini sono vivaci e faticano a stare seduti a tavola. Eppure con alcuni piccoli accorgimenti possono aiutare a rendere questo momento più tranquillo e piacevole per tutti.

I ristoranti Kids Friendly dove andare per la Festa della Mamma

Oggi esistono numerose guide e applicazioni che rendono più semplice trovare un ristorante adatto alle famiglie, tra le più famose troviamo TheFork, piattaforma leader nella prenotazione dei ristoranti. In collaborazione con Genitore Informato, la prima scuola per genitori, TheFork fornisce consigli utili per trovare il ristorante perfetto per una cena o un pranzo in famiglia, specialmente in occasione della Festa della Mamma. Grazie a una ricerca condotta da TheFork con BVA Doxa, è emerso che 2 italiani su 3 preferiscono ristoranti Kids Friendly quando escono con la famiglia, il che rende chiaro quanto sia importante questo aspetto. Questi ristoranti sono progettati per essere adatti ai bambini e alle famiglie, offrendo servizi come animazione, tate per la cena e spazi gioco. Ma oltre a questi servizi, ci sono alcune caratteristiche che un buon ristorante Kids Friendly dovrebbe avere:

  • Spazio sufficiente: I tavoli stretti e ravvicinati non sono adatti ai bambini, poiché possono rendere difficile muoversi senza disturbare gli altri clienti.
  • Servizio rapido: I bambini non hanno molta pazienza, quindi un servizio lento può rendere l’esperienza stressante.
  • Seggioloni e menù flessibili: I ristoranti dovrebbero avere seggioloni disponibili e menù che possano essere adattati, magari eliminando ingredienti non graditi o offrendo piatti specifici per bambini.

La prima cosa da fare quindi per scegliere il ristorante giusto è leggere le recensioni. Questo ti permette di vedere se altri genitori hanno avuto esperienze positive e se il ristorante offre menù dedicati o piatti adattabili. Inoltre, scegliere orari meno affollati può aiutare a evitare lunghe attese e il caos dei momenti più trafficati. Una volta al ristorante, è importante scegliere un tavolo in una zona tranquilla con più spazio intorno può rendere l’esperienza molto più piacevole, permettendo ai bambini di sentirsi più liberi di muoversi senza disturbare.  Per facilitare la scelta, è possibile prenotare direttamente su TheFork utilizzando l’app, che consente di trovare i migliori ristoranti per famiglie, leggere recensioni verificate e prenotare in anticipo per assicurarti un’esperienza senza stress.

Inizio modulo

La guida “Family Friendly”

Non solo piattaforme come The Fork si sono attivate su questo fronte, anche il Movimento Italiano Genitori (MOIGE), insieme all’Associazione “Dipartimento Solidarietà Emergenze – Federazione Italiana Cuochi” con il sostegno del Dipartimento per le Politiche della Famiglia, ha promosso un progetto che mette in evidenza 300 locali in tutta Italia che sono attenti ai bisogni delle famiglie, creando la prima guida alla ristorazione “Family Friendly”. Questa guida fornisce alle famiglie con figli uno strumento utile per conoscere i ristoranti che offrono servizi e attenzioni specifici per le famiglie. Il progetto è nato in risposta a una crescente esigenza di supporto per le famiglie in Italia, che spesso percepiscono il mangiare fuori casa come una sfida a causa della mancanza di attrezzature adeguate o di costi aggiuntivi, specialmente per le famiglie più numerose. La guida è progettata per essere di facile consultazione e promuove anche la sensibilizzazione tra i ristoratori, incoraggiandoli a progettare menu ad hoc con piatti sani e bilanciati. Il progetto include anche due vademecum: uno per i ristoranti selezionati, con regole comuni, e uno per le famiglie, con consigli pratici su come vivere un’esperienza piacevole anche in luoghi meno attrezzati. La selezione degli oltre 300 ristoranti Family Friendly è stata condotta da un team di ispettori della qualità che hanno verificato in forma anonima il rispetto dei cinque criteri chiave, ovvero: accoglienza, servizio in sala, servizio toilette. i servizi igienici devono essere puliti e adatti ai bambini, intrattenimento e offerta di menù dedicati. La guida “Ristoranti Family Friendly” è consultabile sul sito web: www.ristorantifamilyfriendly.it

Festa della Mamma: divertirsi insieme

La scelta del ristorante è importante, ma non è l’unica soluzione per rendere il pranzo o la cena in famiglia un’esperienza piacevole. Per coinvolgere i bambini e far sì che vivano questo momento in modo positivo, è essenziale creare un’atmosfera interattiva e stimolante. Ecco alcuni suggerimenti su come coinvolgere i bambini durante i pasti, evitando l’uso di tablet o smartphone:

  • Commentare le pietanze: Discutere del cibo è un ottimo modo per catturare l’attenzione dei bambini, chiedendo loro cosa pensano del piatto, quali ingredienti notano e quali sapori riconoscono può stimolare la loro curiosità e creatività.
  • Raccontare storie sul cibo: Condividere informazioni sull’origine degli ingredienti, la storia di un piatto o la tradizione culinaria da cui proviene può trasformare il pasto in una sorta di racconto, rendendo il momento più coinvolgente e educativo.
  • Giocare con il cibo in modo educativo: Proporre piccoli giochi legati al cibo, come indovinare gli ingredienti o discutere delle tecniche di cottura, può rendere il pasto più interessante. Questo approccio aiuta i bambini a sviluppare un rapporto positivo con il cibo e ad apprezzarne la varietà.
  • Coinvolgerli nella scelta del menù: Dare ai bambini la possibilità di scegliere il loro piatto dal menù, con un po’ di guida, può renderli più partecipi e interessati al pasto.
  • Introdurre termini culinari: Durante il pasto, introdurre parole e concetti culinari, spiegandoli in modo semplice, aiutandoli a comprendere meglio il processo di preparazione del cibo.
  • Incoraggiare a provare nuovi sapori: Invitate i bambini a provare pietanze diverse e sapori “da grandi”. Anche se non gradiscono subito un piatto, è importante incoraggiarli a sperimentare e se qualcosa non piace, non c’è problema, ma apprezzeranno l’opportunità di averci provato.
  • Coltivare la gratitudine: Insegnare ai bambini a essere grati per il cibo e per il tempo trascorso insieme può contribuire a creare un’atmosfera positiva e rilassata.

Con questi accorgimenti, i pasti in famiglia possono diventare un momento di condivisione e apprendimento, senza dover ricorrere a dispositivi elettronici. Questo approccio può aiutare i bambini a sviluppare una relazione più sana con il cibo e a coltivare una maggiore consapevolezza culinaria, essenziale anche per il loro futuro.

SMASHED CROISSANT: il cornetto schiacciato che spopola sul web e non solo.

Autore

Articoli recenti

Categorie

Cucinamare
Scopri Cucinamare
Ricevi le ultime news

Iscriviti alla nostra News Letter

No spam, only food news