Castagne, ingrediente che risolve la scelta per un abbinamento perfetto

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Togliere le castagne dal fuoco con la zampa del gatto” deriva da una favola di Jean de la Fontaine scrittore e poeta francese, ha il significato di procurare un vantaggio ad altri, affrontando una situazione problematica, assumendosi quindi il rischio. Oppure, al contrario, far correre ad altri i pericoli di un’impresa, per poi trarre proprio vantaggio dal risultato. Pericoli o vantaggi qui non esistono, le castagne in cucina di cui parliamo in questo articolo possono avere una infinità di combinazioni tale da toglierci i dubbi sulla scelta di ingredienti per determinate ricette. 

Utilizzo delle castagne in tutte le portate.

Le castagne sono un alimento senza grassi e zucchero, ma con un contenuto amidaceo elevato. È, quindi, difficile trovare un prodotto capace di estendere i suoi confini culinari in modo così ampio, vario e originale, tanto da potersi permettere anche abbinamenti estremi. Con l’arrivo dell’autunno, comincia il periodo di questo piccolo frutto che ha un utilizzo molto variegato in cucina, infatti lo si può utilizzare in ogni parte del menù dai primi ai dolci.

Dopo la preparazione delle castagne, dobbiamo pensare a come abbinarlo in modo da rendere il pasto perfetto! Quando si parla di antipasti e primi piatti preparati con le castagne si pensa subito alla farina di castagne utilizzata per pasta fresca, come gnocchi e ravioli di castagne, o come accompagnamento per i secondi come purea, ma di solito se si parla di castagne tipicamente si pensa a un dolce, se non alle classiche caldarroste, ma tante sono le sue varianti nella preparazione, e altrettanti sono gli abbinamenti con i vini per assaporare al meglio i nostri dolci.

Leggi anche: Castagna, il cereale che cresce sull’albero

Castagne, abbinamenti consigliati in cucina 

Le preparazioni dolci a base di castagne ben si sposano con la frutta secca, pinoli e uvetta, basta pensare al castagnaccio preparato con la farina di castagne, pinoli e aghi di rosmarino. Ma anche il cioccolato, il miele, la vaniglia, la cannella, il rum e la panna basta pensare al famoso dolce Monte Bianco. Potete sperimentare con la farina di castagne e le castagne lesse giocando con i vari ingredienti ed ottenere frittelle e crepes dolci, biscotti, torte golose di ogni tipo.
Per quanto riguarda il salato potete davvero sbizzarrirvi creando piatti insoliti e allo stesso tempo buoni e sani. Con le castagne potete preparare delle zuppe, inserendo questo ingrediente nel brodo insieme alla cipolla, ai legumi che preferite (lenticchie, ceci, fagioli, ecc), ad un cereale (farro, orzo, quinoa, ecc) ed erbe aromatiche come rosmarino e alloro. Anche i funghi si sposano molto bene con le castagne, potete aggiungere alla vostra zuppa anche questo ingrediente, insaporendo questa volta con timo, salvia e uno spicchio d’aglio e servite un bel piatto caldo invernale.

Potete realizzare anche una buonissima purea di castagne da utilizzare per farcire o accompagnare varie pietanze, non vi resta che bollire le castagne con l’alloro, in modo da aromatizzarle, aggiungere del pepe, prezzemolo e un pizzico di sale, un poco di brodo, e poi frullate il tutto.
 Con la farina di castagne, invece, potete preparare sia crespelle che pasta fresca, pane, gnocchetti e polenta, insomma una grande varietà di piatti. Potete condire la pasta e gnocchi con sughi a base di funghi o verdure, oppure ripassarli in padella con olio d’oliva, salvia e tofu morbido o ancora con della semplice panna vegetale.

Ricetta di Armando Gattuso e Claudio Pucci  

Abbiamo realizzato questa ricetta unendo due ingredienti semplici ma nello stesso tempo ben definiti dal punto di vista gustativo. La castagna più morbida e dolce accompagnata dalla mela con i suoi spigoli più acidi. La scelta di questo abbinamento perfetto è ricaduta sulla zuppa che vi darà buone soddisfazioni. 

Zuppa di castagne e mela

Ingredienti

2 cipolle 

1 porro

500 ml di brodo 

2 mele golden

200 g di castagne bollite o arrosto 

50ml di succo di mela 

4 castagne bollite o arrosto per decorazione 

Procedimento

Tagliare finimenti la cipolla ed il porro lasciarlo rosolare in olio extra vergine aggiungere castagne sbucciate e lasciare cuocere fino a bollore con il brodo aggiungere le mele tagliate a pezzettini. 

Cuocere per altri 10 minuti e poi frullare tutto e passare in chinoix. Aggiungere succo di mele. 

Tagliare finimente una mela e tagliare a pezzettini le castagne per la decorazione, servite calda con crostini di pane. 

Lascia un commento