Borgo DiVino in tour, 5 tappe per conoscere i vini d’eccellenza

Turismo ed enogastronomia sarà il binomio perfetto per far ripartire l’Italia. Con i riflettori puntati sulla bellezza e sul (buon) gusto prende il via “Borgo DiVino in tour”, iniziativa dedicata al mondo del vino e del turismo enogastronomico, promossa dall’Associazione “I Borghi più belli d’Italia” e organizzata da Valica, la prima tourist marketing company in Italia, in collaborazione con il Consorzio Ecce Italia.

C’è voglia di libertà, di riscoperta e anche di stare insieme. E su quelle che sono le esigenze di vita di tutti è stato strutturato questo format itinerante che unisce la bellezza dei borghi italiani alla conoscenza e degustazione del vino. Una doppia scoperta, quindi, storia e cultura da una parte, artigianalità e gusto dall’altra. Come sottolinea Fiorello Primi, Presidente dell’Associazione “I Borghi più belli d’Italia”: “Anche per questa estate i borghi si candidano ad essere le mete preferite di un turismo domestico che sceglie di trascorrere le vacanze in sicurezza alla scoperta dell’Italia più autentica e genuina. I Borghi più belli d’Italia si preparano quindi ad accogliere i visitatori con l’offerta che da sempre li contraddistingue: un mix di Bellezza, arte, storia, natura, tradizioni ed eccellenze enogastronomiche che raccontano l’unicità dei nostri territori e ci riconducono alle nostre origini”.

L’evento

“Borgo DiVino in tour” sarà un evento estivo itinerante, da luglio a settembre, in 5 tappe che si preannunciano come altrettante esperienze sensoriali in alcune delle cornici più suggestive del nostro Paese, certificate tra “I Borghi più belli d’Italia”. Sapori e profumi del vino nei vicoli, nelle piazze, rocche e meravigliosi scorci di terra e di mare, da esplorare a passo lento e calice alla mano. L’evento da sempre organizzato da Valica nella caratteristica cornice di Nemi, piccolo centro di grande fama dei Castelli Romani, quest’anno si arricchisce di con nuovi momenti di viaggio e scoperta. La trasformazione in tour itinerante è stata fortemente voluta ed è anche una scommessa per questa riapertura di attività, come spiega Luca Cotichini di Valica, che è la prima società in Italia per “suggerimenti” turistici ed enogastronomici, un vero Travel & Food data developer, con oltre 40 siti.  “Per Valica si tratta di una integrazione profonda con la propria attività di editore e concessionario di siti online, leader nel mondo del turismo e dell’enogastronomia. Dal web al territorio, dal digitale al fisico, per proporre esperienze di gusto che coinvolgano i nostri utenti. Non li accompagniamo più solo nella scelta della meta, attraverso i nostri consigli online, ma li vogliamo incontrare a tu per tu, in un luogo, coinvolgendoli in un evento pensato per loro, utenti web, curiosi, golosi, attenti all’esperienza turistica ed enogastronomica, capaci di suggerire e socializzare a loro volta l’esperienza vissuta” .

Le tappe di Borgo DiVino in tour

La tappa inaugurale di Borgo DiVino, dal 2 al 4 luglio, sarà a Cisternino (BR), uno dei “paesi bianchi” più amati di Puglia, nel cuore della Valle d’Itria. Dal 9 all’11 luglio sarà la volta di Cefalù (PA), uno dei più celebri affacci sul mare della Sicilia e… d’Italia! Terza e quarta tappa sul versante Adriaco ospiti di due piccole perle tra Marche e Romagna: il Borgo antico di Grottammare (AP), in programma dal 23 al 25 luglio, e Brisighella (RA), dal 6 all’8 agosto. In chiusura appuntamento per la tappa finale del tour, dal 10 al 12 settembre, a Nemi (RM): il borgo, pur se non rientra fra quelli appartenenti all’Associazione dei Borghi più belli d’Italia, non poteva mancare in quanto è la location “storica” che ha ospitato le prime 6 edizioni di Borgo DiVino.

 

I protagonisti

Protagonista sarà il vino con i suoi produttori. Saranno più di 100 le cantine italiane presenti nelle cinque tappe di “Borgo DiVino in tour”, con circa 400 etichette di qualità proposte in degustazione e raccontate direttamente dai produttori o da sommelier professionisti. In ogni tappa ci sarà una forte rappresentanza di vini locali e regionali e in degustazione troveremo i vini classici – rossi, bianchi, bollicine – e produzioni di nicchia, tradizionali o ancestrali, tornate oggi alla ribalta, come ad esempio gli “orange wines” e i rifermentati. Inoltre in ciascuna delle cinque tappe sarà allestito un percorso formativo sul vino che toccherà tre filoni di interesse: la degustazione del vino, l’abbinamento cibo-vino e i territori del vino in Italia.

 

Come partecipare alle singole tappe

Per partecipare alle singole tappe è consigliata la prenotazione sul sito www.borgodivino.it. In alternativa, è possibile presentarsi alle casse dei singoli eventi, sperando che ci sia ancora posto…!

Leave a Reply