Bianco, nero o matcha, il te fa bene alla salute.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Che sia nero, bianco o verde, secondo le più recenti ricerche scientifiche, il te, oltre ad avere proprietà antinfiammatorie e antiossidanti e fare bene al cuore, alle ossa e ai denti, sarebbe anche un toccasana per l’umore. Qui vi raccontiamo tipologie e benefici.

Il te è la terza bevanda più consumata al mondo dopo acqua e caffè con una storia lunga 5 mila anni, se il quid che stavamo cercando disperatamente per agguantare il buonumore e la soluzione al dubbio amletico di cui sopra non fosse su instagram ma nella dispensa?

Dunque, al di là del fascino del rituale, il te è buono e, soprtatutto, fa bene (solo nel Regno unito ne vengono bevute più di 100 milioni di tazze al giorno). Vero e proprio alleato dell’organismo grazie alle sue sostanze antiossidanti che contrastano mirabilmente i radicali liberi, favorisce la moltiplicazione delle cellule, contrastando l’invecchiamento dei tessuti. Grazie alla catechina (polifenolo comunemente chiamato flavonoide), di cui è ricco, il tè rinforza le ossa e i denti (i composti presenti nel tè nero e verde possono limitare la crescita dei batteri che causano la carie, infezioni e malattie gengivali), e contribuisce a rafforzare il sistema immunitario. Ultimamente, gli scienziati stanno iniziando a esaminare il rapporto tra il tè e l’umore concentrandosi sulla natura dei suoi benefici. Bere il tè fa bene allo spirito solo per la magia del rituale di preparare la bevanda, scegliere la tazza preferita e sedersi per un breve “tregua dal mondo” o c’è altro?

Sorseggiare una tazza di te è un piacere per il palato, per il corpo e per l’animo, non va gustata a caso però, ogni colore, ovvero ogni varietà racchiude proprietà e benefici differenti. Scopriamo insieme quelle del te verde, del te nero, del te bianco, dell’Oolong, del Pu-er e del matcha.

La pianta del te prolifica nelle regioni dal clima tropicale e subtropicale, anche ad alta quota, pensiamo ad esempio alle varietà Darjeeling che cresce rigogliosa sull’Himalaya.

La maggior parte della produzione di te avviene in Cina ma non solo, gli altri grandi produttori di te sono il Bangladesh, il Giappone, l’Indonesia, lo Sri Lanka e l’India.

Esistono circa 150 tipologie differenti di te ma quelle maggiormente conosciute sono  te verde, te nero, te bianco, te Pu-er (rosso) te Oolong e te matcha (un particolare tipo di te verde in polvere).

Te verde

Il te verde è celebre per le sue riconosciute proprietà anti-age,(The Queen ne è la conferma ) è, infatti, la qualità di te maggiormente ricca di antiossidanti ovvero di polifenoli. Questi ultimi vanno a contrastare la produzione di radicali liberi e la loro azione che porta all’invecchiamento delle cellule.

È proprio il fitocomplesso presente nel te verde a essere potente e rendere questo te una super bevanda. L’azione antiossidante del te verde è infatti rinforzata anche dalla quantità elevata di catechine, che aiutano tra l’altro a proteggere il cuore, prevengono l’aterosclerosi e riducono i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Catechine e derivati polifenolici come flavonoidi, tannini e acido clorogenico (dall’azione dimagrante) agiscono anche come protettivi nei confronti delle malattie degenerative (compresi Parkinson e Alzheimer).

Diversi studi, effettuati soprattutto in Cina, hanno evidenziato poi le proprietà antitumorali del tè verde. Merito della presenza di una sostanza chiamata epigallocatechina gallato (EGCG) che va a inibire la crescita e la moltiplicazione delle cellule tumorali. Il tè verde esercita infine un’azione diuretica importante, è anticellulite e depura l’organismo, e persino un’azione dimagrante. Infatti, questa tipologia di tè contiene metilxantine dall’effetto lipolitico (distrugge i grassi) e ipoglicemizzante.

te verde

Te nero

Il tè nero è un grande classico, molto amato soprattutto per la prima colazione e per la pausa delle cinque in pieno stile british. Anche il tè nero è ricco di antiossidanti e di sostanze come le catechine che vanno a contrastare l’azione dei radicali liberi.

Recenti studi svedesi hanno dimostrato le proprietà protettive del tè nero sulla salute di cuore e cervello. Sorseggiare regolarmente tazze di tè nero potrebbe, infatti, aiutare a prevenire l’ictus poiché ridurrebbe la possibilità di formazione di coaguli di sangue. Ma non solo, anche il tè nero avrebbe proprietà antitumorali e sarebbe attivo soprattutto nella prevenzione dei tumori femminili.

Inoltre, il tè nero è un ottimo rimedio per la dissenteria perché esercita una provata azione astringente soprattutto se abbinato a una fettina di limone (o a del succo di limone).

Te Nero

Te bianco

Il tè bianco è una qualità delicatissima di tè. Ed è anche un tè raro dalle proprietà incredibili per la salute. Innanzitutto, questo tè è ricavato dai boccioli della pianta del tè e non subisce successive lavorazioni. Ciò lo rende delicato nel sapore ma ricchissimo di antiossidanti. In particolar modo, il te bianco pare sia molto utile nel mantenere le ossa in salute, migliora la densità del tessuto osseo rivelandosi davvero prezioso per la prevenzione di osteoporosi e artrite. Inoltre, questa tipologia di tè esercita una spiccata azione antibatterica e antivirale, protettiva anche per denti e gengive. Infine, ma non di minore importanza,  può aiutare anche a dimagrire perché accelera il metabolismo dei carboidrati.

Leggi anche: Te, tisane e infusi, è boom di consumi.

Te Oolong

Oolong” in cinese significa drago nero, il tè con questo nome è un tè semi-fermentato, ricavato dalle foglie di tè lasciate essiccare al sole e poi tostate. Il tè Oolong è prodotto e consumato soprattutto in Cina e in Taiwan. Il suo aroma è molto particolare e piacevole, quasi fruttato.

Per quanto riguarda le proprietà per la salute, il tè Oolong è a metà strada tra tè nero e tè verde. Sempre e comunque ricco di antiossidanti, è anche una fonte di minerali preziosi come manganese, calcio, rame e selenio. Il tè Oolong si è poi dimostrato efficace per prevenire osteoporosi e artriti in quanto aumenta la densità ossea. E non solo, bere regolarmente tè Oolong assicurerebbe una pelle splendente. Infine, anche questo tipo di tè aumenterebbe la concentrazione, avrebbe proprietà ipoglicemizzanti e aiuterebbe a prevenire alcune forme tumorali.

Te Pu-erh

Questo tipo di tè è poco conosciuto e viene spesso confuso con il rooibos a causa dellla sua colorazione rossa. Ma a differenza del rooibos, il tè Pu-erh è un vero e proprio tè. Il suo gusto è molto particolare, intenso.

Si tratta, infatti, di un tè post-fermentato. Tra le sue proprietà, sono molto importanti quelle bruciagrassi: il tè Pu-erh aiuta nelle diete dimagranti e anche per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo. Questa varietà di tè agisce anche come potente stimolante del sistema nervoso ed è ricco di teina.

A differenza di quasi tutti gli altri tè per cui è meglio non utilizzare acqua bollente ma a 80-85° C, per il tè Pu-erh occorre utilizzare acqua a 96° C.

Leggi anche:

Se desideri fare davvero il pieno di antiossidanti, il tè matcha è quello che fa per te. Infatti, questa varietà di tè dal colore verde brillante contiene circa 137 volte la quantità antiossidanti presente nel tradizionale tè verde.

Il tè matcha si presenta come una polvere di colore verde brillante ed è ottenuto dalle foglie di Gyokuro sbriciolate. La presenza importante di antiossidanti è data dal tipo di preparazione che avviene non per infusione ma per sospensione. Ovvero con l’aiuto di un frustino, la polvere di tè matcha viene miscelata a dell’acqua calda alla temperatura di 80° C.

Il tè matcha può svolgere un’azione anti-age davvero potente. Ma non solo, questo tè è ricco di caffeina (aiuta a concentrazione e sveglia) ed è fonte di caroteni, vitamine (soprattutto del gruppo B) e minerali. La polvere di tè matcha pare aiuti anche a prevenire gli attacchi di fame nervosa.

Lascia un commento