All Posts By

Luca Sessa

Il take away “biovizioso” di ViVi

By | News | No Comments

Nel menù, nuove proposte di clean food con carne a base vegetale (plant-based) per un’alimentazione ancora più sostenibile.

ViVi, collezione di cinque locali che si distinguono per la proposta di una cucina sana e gustosa, “Healthy Everyday”, ha riaperto la sede di Villa Pamphili con il nuovo servizio take away e con un nuovo menù, che guarda sempre più verso la sostenibilità: cibi che rispettano il pianeta, la salute dell’uomo e degli animali.

La food box

Le healthy bowls, insalate con ingredienti biologici, bagels, focacce, i dolci come le crostate bio di amarene brusche o le torte al cioccolato fondente e tante centrifughe e smoothies firmati ViVi sono comodamente ordinabili online fino ad un’ora prima del ritiro. La food box, realizzata in materiale interamente compostabile, è ideale per uno spuntino all’aria aperta nello splendido parco verde e rigoglioso, in cui si può passeggiare dopo questo lungo periodo passato dentro casa, in attesa di poter tornare ad organizzare picnic.

L’impegno green

E nel menù c’è una grande novità: in questo periodo di fermo forzato infatti, Daniela Gazzini e Cristina Cattaneo, fondatrici di ViVi e da sempre attente all’ambiente, hanno studiato il modo di rendere ancora più eco-friendly i loro locali e la loro cucina: dal passaggio all’utilizzo dell’energia pulita di LifeGate, prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili italiane, al plastic free, fino alla ricerca di nuovi clean foods a basso impatto ambientale da offrire ai propri clienti. Tra i nuovi piatti del menù, sarà infatti possibile trovare bocconcini di pollo e hamburger a base
vegetale di nuova generazione (soia non ogm), interamente made in Italy. Un’alternativa alla carne secondo le regole del clean food i cui principi, in un prossimo futuro, cambieranno le abitudini alimentari in maniera più consapevole e rispettosa per l’ambiente. La bontà dei piatti è assicurata, come recita una delle regole di Vivi: “se non è ‘biovizioso’, non entra nel menù!”.

RetroBottega inaugura Retrodelivery.it e punta al mercato nazionale

By | Articoli | No Comments

I periodi difficili come quello attuale fanno inevitabilmente emergenze figure di riferimento, in ogni ambito. Riuscire a trovare nuove soluzioni, reagire con carattere e determinazione agli imprevisti consente di tracciare nuove strade che possono rivelarsi strategiche per riuscire a superare gli ostacoli. In ambito ristorativo sicuramente Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice hanno saputo dare un segnale forte sin dal primo giorno dell’emergenza legata alla diffusione del Covid-19. Prima il delivery con i piatti di Retropasta, quindi le box a tema di Retrobottega, quindi i prodotti dei loro fornitori, messi a disposizione dei clienti. Una serie di iniziative raccontate anche in diretta a Radio Food nel corso dell’intervista fatta da Luca Sessa, che hanno consentito di trovare continuità lavorativa, creativa ed economica. L’ultima novità in ordine di tempi si chiama Retrodelivery.

L’intervista a Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice

"Mangio tutto A CASA, però!" con Luca Sessa

Ospiti questa settimana: – Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice di Retrobottega- Paolo Vizzari- Riccardo Uleri di Longino&Cardenal

Pubblicato da Radio Food su Martedì 28 aprile 2020

Retrodelivery

RetroBottega continua nel lavoro di supporto etico ed economico di rete con i piccoli produttori di frutta e verdura, i fornitori, i viticoltori e gli allevatori, grazie anche alla collaborazione con Roscioli, attraverso un nuovo strumento a disposizione, una piattaforma dedicata al delivery: Retrodelivery.it. Da oggi attivo, il sito raccoglie tutto il mondo RetroBottega, dai fornitori ai vini, ai “food box” da assemblare a casa, oltre alla proposta di Roscioli, dai salumi ai formaggi alle conserve, il tutto a portata di un click adesso per la città di Roma, ma a brevissimo anche a Milano e nel resto della Penisola.

L’e-commerce

L’idea di costruire un e-commerce dedicato alla spesa di qualità è scaturita dalla grande risposta dei romani alle diverse iniziative di delivery escogitate e messe in atto da Alessandro Miocchi e Giuseppe Lo Iudice, i due chef e patron del progetto RetroBottega, che hanno quindi deciso di ampliare l’offerta e di lavorare sul territorio nazionale. Dopo il delivery Vegetale, che ha raccolto i piccoli produttori di frutta e verdura, fornitori dei due chef, il pranzo di Pasqua a casa e quello del 25 Aprile, oltre alla consueta consegna di pasta fresca di RetroPasta, la scelta non poteva che essere quella di espandere ancora di più l’offerta gastronomica e di fornire ai clienti uno strumento funzionale e veloce per ordini e prenotazioni per tutti i prodotti food selezionati da RetroBottega e da Roscioli, per le referenze di vino e i beni di prima necessità, come pasta, pane, carni e formaggi.

I Box Vegetali e i prodotti di Roscioli

Nel negozio di gastronomia virtuale è possibile ordinare sia i Box Vegetali, nelle due versioni da 7 o 10kg di frutta e verdura di stagione, che pasta (secca, fresca e ripiena) e prodotti da forno, dolci e salati, ma anche scegliere tra una vastissima selezione di formaggi e salumi, tra cui alcuni espressamente affinati per Roscioli, come tra diverse qualità di pesce e carne, tutte materie prime esclusive, che provengono da allevatori, macellai o pescherie che fanno parte della rete etica di economia sostenibile di RetroBottega, che con i propri fornitori hanno un rapporto di fiducia basato su anni di collaborazione. A chiudere il gastro-shop di eccellenze, anche le conserve, gli oli, le mostarde, l’aceto o il tartufo, in quella che può essere definita una dispensa virtuale eccellente.

I piatti

Ulteriore e importante evoluzione della filosofia di delivery di RetroBottega è la creazione dei Food Box, dei kit che contengono tutti gli ingredienti per ricreare a casa uno o più piatti firmati dalla creatività degli chef, dai “semplici” panini, come il Burger e il Pastrami Sandwich a una selezione di antipasti, primi, secondi, sughi e contorni. Su ogni box è indicata la data di produzione e quella di scadenza, le modalità di conservazione, gli ingredienti e gli allergeni, e sono allegate le istruzioni per eseguire al meglio la ricetta. Si spazia dagli antipasti, come la Tartare di manzo, senape e pancotto, racchiusa un box che contiene sottovuoto la tartare, la maionese e i semi di senape, il salmoriglio e una croccante chip, o gli Asparagi, uova e aioli, alle paste ripiene dei primi, come i delicati Plin di erbe spontanee o i Tortellini PPP, con piselli, pastrami e panna ridotta, solo da cuocere e condire, fino ad arrivare ai secondi, come il succulento Pollo confit con insalata di legumi o il Vitello tonnato, senza dimenticare i contorni, rappresentati da Patate al forno, Macco di fave e Fagioli all’uccelletto, né, infine, i sughi dei grandi classici rivisitati, con i kit Cacio e pepe e Matriciana.

Tutte le preparazioni sono cucinate subito dopo l’ordine dagli chef, e consegnate il giorno successivo o entro un massimo di 48 ore per i piatti più complessi. “Tutti i piatti dei Food box sono stati espressamente creati per Retrodelivery, tenendo a mente in primo luogo la stagione, quindi la facilità di esecuzione, che prevede al massimo tre semplici passaggi per ricreare il piatto, ma che al contempo regala l’esperienza del cucinare e che rende partecipi del prodotto finito.”, spiega Alessandro Miocchi, che tiene a sottolineare che lo studio dei kit per Retrodelivery.it ha portato a una scelta di ricette che fanno parte del DNA di RetroBottega, sia per la selezione delle materie prime, che per gli stessi abbinamenti tra gli ingredienti.

RetroBottega

Via della Stelletta 4
00186 Roma
+ 39 06 68136310

Arriva “Spirito”, il delivery cocktail pronto da bere

By | Articoli | No Comments

Parte da Brescia “Spirito”, il servizio di premium cocktail delivery che in pochi giorni si sta diffondendo in tutta Italia

Portare cocktail premium in tutta Italia con “lo Spirito giusto”. Si chiama Spirito il servizio di cocktail “ready to drink” di alta qualità, nato a Brescia e che in poco tempo si sta diffondendo in tutta Italia. Da una delle città più colpite dal virus, Spirito ha voluto dare un segnale forte di ripartenza e di ricostruzione a tutto il mondo, la bellezza italiana c’è anche in questo momento. Per questo, i master blender del prodotto, nella scelta delle materie prime dei cocktail, si sono ispirati ai luoghi d’italia: per ogni cocktail una città, e la voglia di riscoprire le ricchezze italiane tramite i paesaggi e i sapori, per esportare un’idea dell’Italia che non è soltanto quella degli ultimi difficili tempi.

Lo Spirito italiano

Spirito è un prodotto ispirato alla bellezza: cocktail di alta qualità da gustare in luoghi diversi dal canonico bar, perfetti da portare in vacanza, per svagarsi durante la villeggiatura, come una pozione magica del buon retiro.

Abbiamo passato circa cinque mesi a fare ricerca sugli ingredienti giusti, senza guardare a compromessi di ottimizzazione dei costi” ci racconta Silvia Dusi, amministratore delegato del gruppo industriale di cui fa parte Spirito, “se vogliamo parlare di italianità non possiamo non offrire un’esperienza di gusto eccezionale

I clienti, la vera priorità

E, la soddisfazione dei clienti sulla qualità dei cocktails e sul servizio, ci racconta Dusi, “è la priorità assoluta: in tanti si dicono felici di poter avere il servizio a domicilio totalmente gratuito, senza ordini minimo. Qualcuno mi ha detto è come se lo portasse a casa un amico. Altri invece ci scrivono spontaneamente i loro commenti sulle ricette, mi piace citare Edoardo da Napoli che sull’Espresso Martini ci ha scritto: l’aroma del caffè è intenso, ti lascia questo sapore vellutato e corposo in bocca… sinceramente non me lo aspettavo, invece è molto buono”.

L’emergenza come opportunità

Un progetto nato in un momento completamente diverso da questo, in cui la reclusione forzata ci obbliga in casa. “Dopo un lungo periodo di preparazione, eravamo pronti per essere serviti negli alberghi, nei grandi eventi, le linee aree” ci racconta Mario Valerio Nocenzi, direttore Marketing, “con l’esplosione del virus si è fermato tutto. Di qui la sfida di lanciare prima il prodotto destinato alle persone per fare compagnia agli italiani e portare l’aperitivo nelle case”.

Sempre in attesa che la situazione migliorerà: “Spirito è solo il primo di una serie di lanci che Grado 78 ha in programma”, prosegue Nocenzial momento è disponibile il formato in busta, a brevissimo verrà lanciata sul mercato anche la bottiglia in vetro, differenzieremo le linee di gusto e lanceremo anche alcuni formati ad hoc pensati anche per il settore B2B

Il boom di richieste

Intanto il coraggio è stato premiato da un boom di ordini già dai primi giorni, con una grande risposta dei clienti che hanno percepito la qualità dei prodotti. Da Milano a Roma, da Torino a Palermo, migliaia di persone sono andate sul sito spiritococktails.com e hanno ordinato le loro box preferite da 5 o 10 cocktail, solo da agitare e versare in un bicchiere col ghiaccio. Tutte le consegne sono rigorosamente gratuite in tutta Italia, senza un minimo di ordine, per dare un segnale di vicinanza a tutti.

Dopo il grande successo in Italia, Spirito si prepara a cambiare anche le abitudini del resto d’Europa con il lancio europeo previsto a giorni.

Le pastry bag di Cuori di Sfogliatella

By | Articoli | No Comments

Non è un semplice delivery, ma una vera e propria experience l’ultima iniziativa di Cuori di Sfogliatella, storica pasticceria di Napoli. In una box elegante viaggia un vero e proprio kit per preparare a casa due dolci iconici e amatissimi: i Cannoli siciliani con ricetta tradizionale e la Borbonica, l’esclusiva sfogliatella ripiena di ricotta e babà brevettata dalla pasticceria partenopea nel 2016.

Le pastry bag

Le pastry bag di Cuori di Sfogliatella  sono complete di tutto il necessario per realizzare a casa le due ricette: nella bag Cannoli ci sono la farcitura fresca di ricotta, la granella di pistacchi e quella di cioccolata per guarnire, i cannoli in due misure pronti per essere riempiti. Completa il tutto una sacca a poche e le “istruzioni per l’uso”. Nella bag Borbonica la sfogliatella arriva pronta per essere farcita e guarnita a piacere.

Le nuove iniziative

L’emergenza Covid-19, che ha costretto il mondo ad uno stop forzato in casa, ci ha insegnato che c’è tanta voglia di mettersi ai fornelli e sperimentare le ricette della tradizione. Ma non solo, le modalità di consumo sono cambiate, il delivery sarà sempre più richiesto e non dovrà limitarsi solo a portare a casa del cibo. Innovazione e ricerca guideranno il cambiamento. Questi nostri kit di facile pasticceria vanno proprio in questa direzione, offrire un servizio, un buon prodotto e un’esperienza>, spiega Antonio Ferrieri, fondatore di Cuori di Sfogliatella.

Bontà in tutta Italia

Qualità, praticità e sicurezza sono i valori che Cuori di Sfogliatella ha messo in campo per ripartire e portare ovunque il gusto della pasticceria napoletana. Dopo Cannoli e Borbonica, sono allo studio altre pastry bag. Il delivery e le spedizioni sono già partite in Italia, basta inviare un messaggio o chiamare il numero 338 3636397.  È attivo anche l’e-commerce sul sito aziendale con pochi, semplici passaggi e pagamento in sicurezza.

Il Brand

Cuori di Sfogliatella è il brand fondato da Antonio Ferrieri, ideatore della sfogliatella più grande del mondo entrata nel Guinness dei Primati, della sfogliatella fritta, del Konosfoglia, delle sfogliatelle salate; della Vesuviella, la sfogliatella a forma di Vesuvio, e della Borbonica, la sfogliatella che racchiude un ripieno di ricotta e babà. Dal 1987 Antonio Ferrieri produce e distribuisce il meglio della tradizione pasticciera napoletana sia dolce che salata. Il brand Cuori di Sfogliatella è da 30 anni all’avanguardia nel brevettare nuovi prodotti che consentono un’evoluzione della classica sfogliatella napoletana con oltre 30 gusti differenti.

https://www.cuoridisfogliatella.it/shop/

Il sushi di Napoli riparte con il delivery

By | News | No Comments

Sushi and Co. arriva a casa con il suo delivery: dopo la chiusura forzata, il locale del Gruppo JCo si è attivato per portare un po’ della sua creatività nelle cucine dei napoletani.

Nato nel 2018 nella frenetica zona di Piazza Borsa, in via Gugliemo Sanfelice, la strada parallela a via Depretis, Sushi and Co. ha alla base un concetto di sushi che si declina sul territorio e sulla cultura pop contemporanea, grazie ad abbinamenti inusuali, a una materia prima di altissima qualità e a un’attenzione per il design del locale. Ora, tutto questo su può ritrovare nei delivery ideati dal marchio, a partire dai colori e dai disegni dei box che arrivano a casa o che possono essere asportati grazie a take away.

Come prenotare

Il delivery di Sushi and Co. è stato affidato a driver interni, così da assicurare un controllo diretto ed efficiente sulle consegne, mentre le prenotazioni sono possibili attraverso la linea telefonica fissa 081 420 2414 e via Whatsapp, al numero 349 5190938.

Il Menu

In menu delivery anche alcuni dei piatti signature del ristorante, come Tar-Tilla, una tortilla di mais rivisitata, nelle due versioni con tartare di tonno e maionese al wasabi homemade, o con salmone e salsa koppal (a base di mais e acciughe); il Netflix, un uramaki a base di tonno con ripieno di asparagi croccanti e mayo al pop corn e popcorn a decorare; i giocosi Tamagochi, dei nigiri a forma ovoidale con salmone scottato, salsa cheddar e anacardi. Ma anche le Poke, in 5 gusti diversi e i Ramen, disponibili fino all’arrivo della bella stagione, o i Noodles vegetariani o di carne, come i Wok di riso con salmone o pollo. Per chiudere in dolcezza la selezione di dessert, che prevede due Dorayaki, uno classico e l’altro allo yuzu (un delicato agrume giapponese), e il Mochi.

JCo

Il gruppo JCo nasce nel 2007 con il primo locale a Portici, in provincia di Napoli, il Gravina 13, ancora punto di riferimento del clubbing di alto livello della provincia. Successivamente, nel 2014, la decisione di espandere l’attività, sempre a Portici, con il primo J contemporary, con un’offerta di ristorazione asiatica di alto livello, seguito dal secondo ristorante J nel centro storico di Napoli, nel 2016 e dal J a Sorrento l’anno successivo, con lo spazio sul rooftop del settimo piano dell’Hilton Sorrento Palace. Nel 2018, invece, la nascita di Sushi and Co, dettata dall’esigenza di offrire nella città partenopea, accanto al J, un format più easy e dinamico di cucina giapponese rivisitata, con aggiunta di servizio take away. Il 2018 vede ancora protagonista la città di Portici, con la Drogheria Bellavista, a due passi dal Gravina 13, concept di ristorazione che unisce i piatti classici della cucina napoletana a una accurata selezione di salumi e formaggi di qualità.

Le carte da gioco di Florence Cocktail Week 2020

By | News | No Comments

Arriva il mazzo di carte da gioco di Florence Cocktail Week 2020, la prima e più importante cocktail week italiana, organizzata da Paola Mencarelli. Dopo l’album delle figurine dei barman legato all’edizione 2019, anche quest’anno è stato ideato un gadget divertente e legato ai protagonisti della kermesse.

Appena il mio staff mi ha proposto di fare un mazzo di carte per l’edizione 2020 ho accettato senza pensarci due volte” racconta Paola Mencarelli. “È un’idea pienamente in linea con lo spirito di Florence Cocktail Week e con la voglia di dar vita a esperienze uniche e piacevoli, incentrate principalmente sulle persone che ne prendono parte. Dobbiamo limitare e annullare le interazioni in questo periodo storico, ma intanto possiamo staccarci dai cellulari giocando a solitario. E poi, appena sarà nuovamente possibile, potremo organizzare un torneo con gli amici, per uscire dal mondo dei social e dedicarci ai rapporti face to face”.

Le Carte

Le carte di FCW20 saranno in vendita presso l’Enoteca Alessi di Firenze. Non sono solo un mazzo di carte brandizzato, ma 52 ritratti – realizzati dalla fotografa Veronica Gaido – legati a tutti i volti di quest’anno. Nelle carte è infatti possibile trovare i 40 team dei migliori cocktail bar di Firenze selezionati per la quinta edizione del festival del bere miscelato, i 9 membri dello staff FCW, 3 amici che negli anni hanno sempre supportato FCW – Flavio Angiolillo e Diego Ferrari, volti noti della mixology italiana e Babis Kaidalidis, organizzatore di Athens Bar Show– e infine 2 Jolly con Paola Mencarelli.

Nel dettaglio i Cocktail Bar protagonisti di Florence Cocktail Week 2020, suddivisi nelle 3 categorie: Cocktail Bar, High Volume Bar e Bar d’Hotel.

Cocktail Bar

Bitter Bar
Cafe 19.26
Caffé Concerto Paszkowski
Ditta Artigianale Oltrarno
Gilli 1733
Guné
Gurdulù
La Ménagère
Locale
Love Craft
Osteria del Pavone
Pint of View

Rasputin

High Volume Bar

Dome
Fuk
Gesto
Habitat
MAD Souls&Spirits
Move On
PanicAle
Rex
Santarosa Bistrot
S’Bam – Student Hotel
Strizzi Garden
Urbano

Bar d’Hotel

Atrium Bar – Four Seasons Hotel Firenze
B-Roof – Grand Hotel Baglioni
Caffé dell’Oro – Lungarno Collection
Divina Terrazza Rooftop Bar – Grand Hotel Cavour
Empireo – Plaza Hotel Lucchesi
Garibaldino – Garibaldi Blu
Irene Firenze – Hotel Savoy
La Terrazza – Grand Hotel Minerva
La Terrazza Rooftop Bar – Continentale Hotel
Le Pool Bar – Villa Cora
Magnolia – Four Seasons Hotel Firenze
Picteau Lounge Bar – Hotel Lungarno
The Cloister – Belmond Villa San Michele
The Fusion Bar&Restaurant – Gallery Hotel Art
Winter Garden Bar – The St. Regis Florence

 

COSA È FLORENCE COCKTAIL WEEK

Florence Cocktail Week è la prima e più importante settimana italiana dedicata al bere miscelato made in Florence, nata da un’idea di Lorenzo Nigro e organizzata da Paola Mencarelli. Un’intensa settimana di incontri, masterclasses e night shifts con ospiti italiani ed internazionali, momenti di approfondimento ed eventi per professionisti ed appassionati.

 “Nel 2016 siamo stati la prima cocktail week italiana e siamo partiti con 13 cocktail bar fiorentini” racconta Paola Mencarelli. “È un evento diventato grande grazie ai cocktail bar, ai bar d’hotel e ai bartender fiorentini che fin da subito hanno creduto in questo progetto di valorizzazione della qualità, ma anche grazie agli sponsor e ai partner che ci hanno sostenuti fin dal primo anno”.

Le Categorie

FCW coinvolge i migliori Cocktail Bar di Firenze e della Toscana. È importante che le persone sappiano scegliere dove vivere la propria esperienza di miscelazione, per rendere tutto questo più veloce e comprensibile i Cocktail Bar sono suddivisi in 3 categorie: Bar d’Hotel, Cocktail Bar e High Volume Bar e ognuno di loro presenta una Cocktail List in cui i bartender danno libero sfogo a tutta la loro creatività.

Nel 2019 nasce Tuscany Cocktail Week, evento legato a FCW che coinvolge i migliori cocktail bar delle 10 province Toscane.

Arriva l’asporto da Seu Pizza Illuminati

By | News | No Comments

Giovedì 7 maggio arriva l’asporto da Seu Pizza Illuminati con un nuovo menu pensato per l’occasione. In questo primo momento sarà solo dal giovedi alla domenica.

Sono passati 60 giorni e noi moriamo dalla voglia di ricominciare.” racconta Valeria ZuppardoI nostri clienti non ci hanno mai abbandonato, ci hanno scritto e sostenuto in continuazione, donandoci bagliori di speranza e la forza di reagire ai 2 mesi di lock down. È arrivato quindi il momento di ringraziarli tutti, tornando in pista con un menu snello e divertente, una proposta che ci permette di lavorare accuratamente sui tempi di preparazione degli ordini e di non perdere mai di vista la visione SEU.

Iniziamo in punta di piedi, è un servizio che non abbiamo mai fatto.” precisa Pier Daniele SeuSiamo stati fermi due mesi perché nel pieno del lock down eravamo molto preoccupati per lo scenario del Delivery ma eravamo anche molto fiduciosi in un miglioramento della situazione italiana con relative riaperture delle attività ristorative a metà maggio. Le riaperture però sono state posticipate e abbiamo quindi deciso di tornare in pizzeria per proporre il servizio d’asporto. In questi giorni ho studiato un menù ad hoc e modificato il nostro impasto per garantire gli standard di qualità che da sempre ci contraddistinguono. Il nostro impegno per non deludere le attese è massimo e vogliamo riuscire in questa nuova sfida con la professionalità e serietà che da sempre ci contraddistingue. E quindi mantenendo alto lo standard di qualità e di attenzione tipico di Seu Pizza Illuminati, sempre nel rispetto delle norme vigenti”.

Le modalità

Tutti i clienti riceveranno la newsletter con menù e modalità per le ordinazioni. Al pubblico più ampio basterà seguire gli account social di Seu Pizza illuminati, la Pagina Facebook e il Profilo Instagram, in attesa di lanciare un menu online e forse la possibilità di ordinare da remoto. Il menu rispecchia quello consueto di via Bargoni, ma con qualche aggiustamento per rendere il tutto “a prova di asporto”.

Il Menu

Per iniziare i classici FRITTI, con 4 opzioni fra cui scegliere. Suppli classico, Crocchetta, Filetto di baccalà e Fiore di zucca.  Poi 16 PIZZE, con proposte che mischiano le Old School alle Pizze Seu, con uno sguardo attento alle vegane e alle lactose free. Quindi Margherita e Dop, ma anche Parmigiana, Carbonara, Assoluto di pomodoro, 3 P – patate, provola, pesto, pinoli e Romana – pomodoro, alici, Capperi, olive, origano.

Per finire niente pizze dolci ma come DESSERT il classico Tiramiseu e una novità, la Cheesecake con 3 diversi topping: Raffaello, fragola o caramello salato. Tutto questo potrà essere accompagnato da una piccola e curata selezione di VINI e birre da asporto.

Come ordinare

Per ordinare basterà chiamare dopo le 17 in pizzeria al numero 06.5883384 e il ritiro degli ordini sarà su fasce orarie di 15 minuti dalle 19 alle 22,30.

SupplìTIamo – Il Contest

By | News | No Comments

In un momento così particolare della nostra vita Risate&Risotti lancia il contest SUPPLITIAMO per dare un motivo in più a tutti gli amanti della cucina e non, di mettersi ai fornelli liberando la fantasia giocando con uno dei cibi di strada più amati: il supplì.

Gli aspiranti rosticceri potranno postare foto e ricetta del proprio supplì all’interno del profilo personale Facebook durante tutto l’arco di un mese, al termine del quale saranno scelte le cinque migliori ricette tenendo conto della presentazione ed della originalità.

Il Regolamento

Verrà richiesto di usare un ingrediente della propria regione o ancor meglio di qualche piccolo produttore al fine di, come è nel DNA di Risate&Risotti, valorizzare i produttori e i piccoli artigiani delle eccellenze gastronomiche italiane. Cosa ancor più importante verrà chiesto di condividere due supplì con il vicino di casa e di mandarci una foto scattata insieme.

Iniziare a condividere vuol dire iniziare a tornare alla normalità e in questo momento abbiamo tutti bisogno di un po’ di leggerezza e vicinanza. Il Contest è iniziato il 26 aprile 2020 e la prima fase di invio ricette terminerà il 26 maggio alle ore 24.00; I primi 5 classificati, selezionati da una Giuria di Esperti, parteciperanno alla Semifinale e dovranno postare una videoricetta del loro supplì che sarà pubblicata sui canali ufficiali di Risate&Risotti.

I Premi

Al vincitore andranno i premi messi in palio dalle aziende sponsor, Pentole Agnelli, Riso Maremma, Frantoio Archibusacci, Pomodoro Ciro Flagella, Lamponi dei Monti Cimini, TooItaly, ci saranno però dei premi di consolazione anche per il secondo ed il terzo classificato.

Per partecipare occorre condividere una ricetta sul proprio profilo Facebook, Instagram con gli hastag #supplitiamo #risateerisotti #iorestoacasa #iocucinoacasa #suppli #pentoleagnelli #ciroflagellarossodamare #frantoioarchibusacchidal1888 #risomaremma #tooitaly #lamponideimonticimini® INSTAGRAM @pentoleagnelliofficial #NONTOCCATEMILAPADELLA FACEBOOK Baldassare Agnelli Pentole Professionali

Ogni ricetta dovrà essere inviata via Messenger alla pagina Facebook di Risate & Risotti completa degli ingredienti, esponendo con chiarezza il procedimento di preparazione del piatto, allegando le foto e i propri dati. Possono partecipare TUTTI! Senza limiti di età e professione! Chef, food blogger, nonne, zie… e chiunque voglia cimentarsi tra i fornelli. L’ intento è quello di divertirsi, far divertire e tornare liberi di stare insieme.