Le barrette proteiche ed energetiche

Barrette proteiche

Le barrette proteiche ed energetiche. Una valida alternativa alimentare che tutti noi possiamo inserire nella nostra dieta quotidiana o settimanale. Tante volte ne abbiamo sentito parlare in palestra o abbiamo notato il collega in ufficio che a metà mattinata ne consuma una per contrastare la fame prima del pranzo.

Uno degli aspetti che sicuramente porta i consumatori ad acquistarle è la praticità. Sono tascabili e dunque trasportabili ovunque, al lavoro, in viaggio o in palestra.

Magari spinti dalla curiosità e dalla comodità siete anche andati a cercarle al supermercato o su internet, ma senza riuscire a capire quali valesse la pena acquistare. Ne esistono infatti decine e decine di tipologie differenti sul mercato, che si distinguono per dimensione e composizione nutrizionale.

Perché sono così differenti tra loro? Come è possibile scegliere la più adatta al nostro regime alimentare? Occorre, come sempre, fare chiarezza partendo dall’inizio per capire come poter scegliere questi prodotti in completa autonomia.

Innanzitutto, è bene spiegare la differenza tra una barretta energetica e una barretta proteica.

Barretta proteica ed energetica: le differenze

La prima, come è facilmente intuibile, è un prodotto alimentare ideato per apportare energia al nostro organismo. Da un punto di vista nutrizionale dunque, la composizione è prevalentemente glucidica, con piccole-medie percentuali lipidiche e proteiche.

Si tratta di barrette molto utili prima di grandi sforzi muscolari o aerobici, che richiedono un dispendio di zuccheri piuttosto elevato. Consentono infatti di ingerire zuccheri di facile assimilazione, che potranno essere utilizzati dal nostro corpo durante lo sforzo, guadagnandone in termini di energia. Sono particolarmente adatte chi pratica attività sportive come la corsa, il ciclismo, il nuoto e altre attività prevalentemente aerobiche.

Quelle proteiche invece sono caratterizzate da una componente di proteine piuttosto alta, con il contenuto di carboidrati e grassi che è invece estremamente ridotto. Sono prodotti di cui beneficiano soprattutto atleti che svolgono sessioni di allenamento piuttosto intense e chi pratica attività sportiva con pesi. Il loro consumo è solitamente mirato al recupero muscolare, alla costruzione di massa magra e al raggiungimento del fabbisogno proteico giornaliero.

Infatti, specialmente per chi fa sport a livello professionistico, ma anche amatoriale, mantenere un apporto costante di proteine e altri micronutrienti come vitamine e sali minerali risulta fondamentale per il benessere dell’organismo e per il mantenimento della performance.

Leggi la recensione de “La Scialuppa da Salvatore” a Fregene

La composizione

Spesso si commette l’errore di guardare solamente la percentuale di proteine presente in una barretta, che oscilla tra il 20% e il 50% in quelle più comuni in commercio. La percentuale proteica è sicuramente importante, ma è bene osservare attentamente tutti gli altri parametri. Ad esempio, il contenuto di zuccheri, che talvolta risulta elevato anche in determinate barrette “proteiche”, che quindi traggono in inganno il consumatore portandolo ad acquistare prodotti che apportano una quantità di zuccheri più alta del necessario, mettendo a rischio i parametri glicemici in soggetti predisposti.

Un consiglio personale che mi sento di dare è di scegliere barrette che apportino almeno il 30% di proteine e che non siano composte da più del 10-15% di zuccheri.

Conclusioni

Naturalmente anche chi pratica corsa o ciclismo può ricevere numerosi vantaggi dal consumo delle barrette proteiche. Le attività associate al consumo di una specifica barretta sono puramente indicative. Sta allo sportivo valutare, meglio se con l’ausilio del proprio nutrizionista, quali sono le più indicate alla propria attività fisica.

In ogni caso, sia che si tratti di barrette proteiche sia energetiche, va tenuto presente che l’apporto calorico che ne deriva non è indifferente. È bene quindi considerare il consumo di questi prodotti nell’ottica di una dieta sana ed equilibrata che tenga conto delle calorie giornaliere o settimanali. Solo in tal modo si potranno trarre i massimi benefici dalle barrette, tra cui praticità e gusto, evitando che le calorie ingerite risultano superiori all’effettivo fabbisogno, che è la causa più frequente di sovrappeso.

Leave a Reply