Pesciolino, la cucina di pesce nel centro di Roma

Pesciolino

Cucina di pesce lontano dal mare, cucina di qualità al centro della capitale. Sembrano due ossimori, due cose difficilmente realizzabili soprattutto se la città in questione è Roma, con il mare lontano dal cuore della capitale e le vie della parte storica e turistica caratterizzate da una pletora di insegne dall’offerta gastronomica di basso livello. Riuscire a proporre una cucina di pesce di qualità a due passi da Piazza di Spagna è l’obiettivo di Pesciolino, nuovo locale voluto dal patron Dario Asara e che vede alla guida della piccola brigata di cucina lo chef Fabio Pecelli.

Un luogo che vuol richiamare il mare in ogni dettaglio, dai colori alle scelte stilistiche, dagli elementi d’arredo al menu naturalmente. Oro e azzurro, eleganza ed un po’ di ridondanza per un effetto finale che richiama l’atmosfera di una nave da crociera.

Le parole dei protagonisti

Siamo oramai abituati a trovare in ogni periodo dell’anno qualsiasi prodotto – racconta Asara – non rendendoci più conto di come le stagioni siano invece la sorgente di vita di vegetali, ortaggi, frutta e pesce. Il gusto arriva dal sole, dalla terra, dalla pioggia e ogni prodotto ha un suo momento durante l’anno in cui esprime il meglio di sé. In particolare, seguire la stagionalità del pesce significa rispettarne i tempi di riproduzione, per non doverci trovare, un giorno, in un mondo con un mare senza vita”.

Qui – commenta Pecelli – abbiamo voluto ricreare il ristorante di pesce della nostra memoria ma rendendolo contemporaneo, divertente e a volte inaspettato. I miei piatti sono sempre riconoscibili ma sanno portare lontano chi li assaggia!

Lo chef Fabio Pecelli

Romano classe 1988, Fabio Pecelli ha mosso i primi passi in cucina grazie alle esperienze da Niko Romito, all’Hotel De Russie e poi per 5anni al Giuda Ballerino con Andrea Fusco, divenendo il sous chef del ristorante nel periodo in cui giunge la stella Michelin. Successivamente si sposta da Riccardo Di Giacinto (All’Oro) e poi alla guida prima del Pastificio San Lorenzo e poi del Caffè Propaganda.

La proposta gastronomica

Pesciolino propone una cucina a base di pesce, acquistato da filiera certa e sostenibile, facendo leva sulla grande attenzione per le materie prime e per i dettagli e offrendo ai suoi ospiti due possibilità: una degustazione veloce al banco bar e una cucina più ‘slow’ per il pranzo e per la cena.

La mia è una cucina di pancia che vuole emozionare con i sapori ma anche stupire con la presentazione dei piatti. – afferma Pecelli – Mi baso sulle radici della mia cultura culinaria, sulle ricette più tradizionali e soprattutto sui miei ricordi gastronomici, dai quali prendono vita piatti come il Bottoncino di burrata all’impepata di cozze”.

La prova d’assaggio

I piatti sono tutti legati da un doppio filo conduttore: la qualità delle materie prime e l’ineccepibile tecnica utilizzata per realizzare le proposte dello chef. L’inizio con la Tartare di tonno mettere subito in chiaro la filosofia dello chef e del locale, le Seppie alla Luciana sono un goloso gioco di tecnica e gusto, Ajo e Ojo Mare Nostrum è il classico piatto che vorresti non finisse mai. E ancora i Bottoni burrata e cozze, abbinamento sempre vincente, ed infine il Salmone, di ottima qualità, cotto in modo da valorizzarne appieno il sapore. Il gusto al centro di ogni proposta, la tecnica a supporto, il mare in tutti i piatti.

Leave a Reply