Per Trastevere con Antonello Venditti

By 13/12/2018Articoli

Il cantautore romano testimonial de Le Guide di Repubblica nel numero dedicato al cuore di Roma

Dove mangiare a Trastevere? Un quesito vecchio quanto il mondo, o almeno, vecchio quanto quei vicoli in cui gli odori si mischiano tra loro dando il sapore vero di un quartiere in cui è la storia a parlare. La storia della città e inevitabilmente della sua cucina. La Repubblica dedica un intero volume al rione trasteverino con La Guida di Trastevere in edicola dallo scorso 8 dicembre, con presentazione ufficiale al WEGIL oggi, giovedì 13 dicembre. Centinaia di indirizzi e decine di interviste ed itinerari imperdibili, che soddisfano con la miglior risposta, l’antica domanda di cui sopra, appartenente al turista, quanto al romano di sette generazioni. Perché la vita del quartiere cambia veloce e con esso si modificano i volti e i gusti dei tanti che lo attraversano. Testimonial del folkloristico e meticoloso volume, è il cantautore Antonello Venditti, che ha accompagnato i redattori de La Guida per quei vicoli in cui per anni è stato ed è tutt’ora accolto come una delle voci principesche della città eterna.

“Per le vie di Trastevere ci ha accompagnato Antonello Venditti, da anni ospite illustre di quei vicoli che nascondono ancora ritmi di vita impensabili, artigiani imprevedibili, negozi affascinanti, trattorie dalle cui cucine esce fuori l’autentica anima della vecchia Capitale. Strade piene di storia, di gallerie d’arte, abitate da quelli che si definiscono i veri romani de Roma. Noi siamo andati alla ricerca della più antica anima della città, cercandola tra passato e presente”.  Esordisce con queste parole il direttore delle Guide di Repubblica, Giuseppe Cerasa, che racconta nella sua introduzione come il volume dia il via ad “una nuova collana delle Guide che vorremmo dedicare ai quartieri delle grandi città italiane. Quei quartieri che meno risentono dei capricci del tempo che passa e che muta tutto in un divenire non sempre necessario e condiviso”, continua il direttore.

Nell’intervista che apre il volume, Venditti racconta il suo quartiere tra ricordi, aneddoti e consigli, dagli anni del Folkstudio alla quotidianità dei giorni nostri, mentre sono centinaia gli indirizzi segnalati in tutto il quartiere, con gli osti e i ristoratori protagonisti, ma anche le botteghe del gusto d’eccellenza, i luoghi dello street food e le pizzerie, in una carrellata multicolore di personaggi che si fanno portavoce dell’eccellenza.

Gli itinerari Da non perdere sono invece appassionate passeggiate tra i banchi dei mercati di San Cosimato e di Porta Portese, oppure alla scoperta delle gallerie d’arte del rione o dei luoghi della letteratura, mentre gli straordinari film girati a Trastevere sono protagonisti di un percorso ad hoc. Altri approfondimenti sono poi dedicati alla movida notturna, alle chiese di quartiere, ai luoghi e ai miti della canzone popolare e al quartiere “a misura di bambino”.

Gli Itinerari d’autore poi custodiscono i consigli di personaggi del mondo dello spettacolo che vivono il quartiere tutti i giorni, da Nicolas Vaporidis a Lello Arena, dalla modella Youma Diakite a Carolina Crescentini, fino al duo comico Le Coliche. L’anima del quartiere si sviluppa poi nella sezione dei Volti, in cui sono raccolte le testimonianze dei protagonisti di Trastevere, dal parroco alla preside del liceo, dal gallerista al capo scout.

Le Guide di Repubblica sono anche online: www.leguidedirepubblica.it

Leave a Reply