1930, il Ristorante che non c’era

By 12/11/2018Articoli

Diciannove e Trenta sono i due numeri fortunati della giovane imprenditrice siciliana Rosa Casarrubia e dello chef Stefano Crialesi, che hanno scommesso tutto sulla nuova insegna in Via Paolo Emilio 53, all’angolo di Via dei Gracchi, nel quartiere Prati, dove lo scorso Giovedì 8 Novembre la madrina d’eccezione e regina della domenica Mara Venier, ha tagliato il nastro per addentrarsi nel ristorante sottostante: circa 300 mq di volte e archi in pietra, che hanno accolto il pubblico pronto a scoprire il nuovo ristorante & lounge bar dove a regnare è la cucina internazionale dello chef Crialesi e della sua brigata, che propone gli ingredienti tipici della cucina mediterranea, con una forte inclinazione sicula, la stessa che Crialesi ha portato in giro per le Hawaii, in Russia o nella più vicina Sardegna, dove spesso è di casa.

Un menu che prevede dei capisaldi attorno a quali ruotano i piatti del giorno e le variazioni del mese a seconda delle stagioni. Si va dai Tagliolini al nero di seppia con vongole e bottarga, passando per una Tartare di Tonno al Guacamole, o quella di Gamberi Rossi di Mazara del Vallo; e poi ancora la carne, con il succoso Arrosto di Vitella farcito o la Guancia di Vitello brasata.

Due le anime del locale: il bar al piano superiore è sicuramente la vera sorpresa. Dalla colazione alle merende, passando per il brunch fino all’aperitivo. Un’offerta multipla che soddisfa i sogni della proprietaria siciliana, che si concretizzano grazie all’incontro della Casarrubia con Lina Ciocca, un’altra giovane donna, responsabile della supervisione del nuovo locale, persona abituata a sognare in grande e con cui Rosa ha trovato la forza di tramutare il suo sogno in realtà.

E allora buona fortuna 1930.

In fondo questo è solo un arrivederci! Adesso ci spetta il compito più arduo, quello dell’assaggio.

Per informazioni su 1930 Ristorante & Lounge Bar, clicca qui: Pagina Facebook

Leave a Reply