“The Circle”, il Fuorisalone del Merano Wine Festival

By 09/11/2018Articoli, Eventi

A Merano mancava uno spazio in cui, i territori potessero raccontarsi non solo attraverso la degustazione di un semplice assaggio di vino. A Merano mancava un luogo dove gli operatori della stampa potessero ritrovarsi, essere accolti e diventare testimoni di esclusive performance enogastronomiche. A Merano, mancava un palcoscenico privilegiato, nel quale le aziende potessero diventare  persone da conoscere, un’agorà nel quale gli appassionati ospiti del MWF, potessero socializzare, indugiando davanti ad un cocktail e ascoltando jazz sessions live fino alla mezzanotte. Tutto questo sarà ora possibile grazie a “The Circle“, un progetto nato da un’idea di Manuela Popolizio, Federica Capobianco e Francesco Fadda, tutti esperti a vario titolo nella comunicazione agroalimentare.

Tanti i prestigiosi protagonisti della 4 giorni: il Consorzio del Prosecco DOC presente con Prosecco & Friends  ogni sera prima del canonico orario di cena, per inaugurare la serata con un calice di bollicine ed un piatto creato dagli Chef Mirko Margheri, Roberto Ottone, Walter Ferretto e Mariano Chiarelli. Il Consorzio del Barbera d’Asti e dei Vini del Monferrato che racconterà di un terroir vocato alla viticoltura, con degustazioni che uniscono al piacere del vino i sapori unici delle Langhe. Il Movimento Turismo del Vino della Regione Puglia che ha voluto testimoniare con la sua presenza la vivacità di un territorio nelle sue diverse espressioni, la Murgia, la Magna Grecia ed il Salento. I Colli Orientali del Friuli con una delle produttrici più intraprendenti, Annalisa Zorzettig e la Sardegna di Silvio Carta, vessillo dell’alta qualità del “Fatto in Sardegna”, con i suoi distillati contemporanei e le sue Vernaccia Riserva, simbolo di una tradizione millenaria. Ma non di solo pane e vino vive l’uomo, ecco gli interventi dedicati alla formazione di 24Ore Business School, Amorim Cork, Rastal e Hoshizaki.

In programma inoltre una verticale delle cantine Atlantis e San Michele Appiano dal titolo evocativo Vini di mare, Vini di Montagna guidata da Luca Gardini. Poi, “6 stagionature” di Parmigiano Reggiano Malandrone 1477 abbinate a 6 extra “aged” di Silvio Carta Distillerie. Quest’ultimo ancora protagonista con una degustazione imperdibile di Vernaccia datata 1968. E ancora Bottarga Borealis e Riso Riserva San Massimo, con un assaggio dedicato all’importanza vitale dell’acqua. Ostriche Sandalia dalla Sardegna con le fresche bollicine del Durello, l’Acetaia Giusti con il suo intervento\degustazione “Chi l’ha detto che non si può!”, l’Anteprima di A Tutto Torba con una degustazione speciale di Whisky e via, senza soluzione di continuità, con i tanti golosi momenti con le tipicità che si alterneranno sul palco principale di The Circle. La Giardiniera di Morgan, la Bottega di Adò, i prosciutti dei fratelli Molinaro e le grandiose opere d’arte del Salumificio Santoro.

Ogni giorno, dalle 19 si apre l‘Open Bar con  Prosecco & Friends, Silvio Carta e Imperdibile Soft Drink e nel Fumoir del Club Amici del Toscano un susseguirsi di degustazioni e racconti di vita vissuta, in attesa che dalle 22, lo spazio The Stage diventi il centro dell’attenzione con show di grande appeal sino alle 24:00.  Si parte con Vino Veritas, lo spettacolo di Joe Bastianich e la sua band, poi Per ridere divinamente della compagnia teatrale Solot e ancora, il sound della The Circle Jazz Orchestra, per chiudere con l’istrionico Andrea Gori che, dopo aver smesso i panni di giornalista e sapiente conduttore di tasting, indosserà quelli del DJ per il finale del MWF 2018!

Una Area Lounge riservata alla stampa e ai professionisti del settore, ospiterà una selezionata Enoteca, The Circle Wine Cellar by Datron, che proporrà una degustazione da nord a sud dell’Italia, passando per le due isole più grandi. E tutti gli incontri dell’Istituto del Vermouth di Torino, per conoscerne la storia, le proprietà e il suo creativo utilizzo nel cocktail più famosi. Infine, il Lunedì della Grande Pizza, napoletana ma non solo, attraverso il racconto di Franco Pepe primo pizzaiolo al mondo nella classifica di 50 Top pizza, la capace manualità di Salvatore Salvo e la giovane attenzione di Valentino Tafuri, in collaborazione con Izzo ForniScugnizzo Napoletano

Informazioni e RSVP
Manuela Popolizio – 335 \ 60 86 139
Federica Capobianco – 331 \ 84 74 024

Ufficio Stampa:
SM Studio Press
info@smstudiopress.it
Affinità Elettive Studio
info@affinitaelettivestudio.com

Leave a Reply